Startup in Italia: Definizione e Opportunità di Finanziamento Agevolato

Startup in Italia: Definizione e Opportunità di Finanziamento Agevolato

Indice

Introduzione

Il termine startup è diventato di uso comune, spesso utilizzato in maniera erronea. Tuttavia, è importante comprendere le sfumature che differenziano una startup “vera” da una “italiana”.

clickbando richiedi una consulenza gratuita, finanza agevolata

Startup: Definizione e Caratteristiche Universali

Una startup, in senso generale, è un’impresa giovane, generalmente con meno di 5 anni di vita, che opera in un mercato altamente incerto e si basa su un modello di business innovativo, scalabile e ad alto potenziale di crescita. Le sue caratteristiche principali includono:

  • Innovazione: L’elemento distintivo di una startup è la sua proposta innovativa, che può riguardare un prodotto, un servizio o un processo. 
  • Scalabilità: Una startup punta a crescere in modo esponenziale, replicando il proprio modello di business in nuovi mercati e raggiungendo un numero sempre maggiore di clienti.
  • Ricerca di Finanziamenti: Le startup, per loro natura, necessitano di capitali per sostenere la loro crescita. Questo le porta a ricercare finanziamenti da investitori, business angel o venture capitalist.
  • Team: Un team motivato e multidisciplinare, con competenze specifiche in diverse aree, è fondamentale per il successo di una startup.

Le Startup Italiane: Caratteristiche Distintive

In Italia, il concetto di startup si è arricchito di una sfumatura specifica, dando vita alla figura della startup innovativa.

Per essere definita tale, una startup innovativa italiana deve rispettare alcuni criteri previsti dalla legislazione nazionale, tra cui:

  • Età: Non deve aver superato i 5 anni di esercizio.
  • Dimensioni: Avere un numero di dipendenti inferiore a 50 e un fatturato annuo non superiore a 5 milioni di euro.
  • Innovazione: Sviluppare un prodotto o un servizio ad alto contenuto tecnologico o innovativo.
  • Ricerca e Sviluppo: Deve avere almeno uno dei seguenti requisiti:
    • Sostenere spese in R&S pari ad almeno il 15% del maggiore valore tra costo e valore totale della produzione.
    • Impiegare personale altamente qualificato (almeno 1/3 dottori di ricerca, dottorandi o ricercatori, oppure almeno 2/3 con laurea magistrale).
    • Essere titolare, depositaria o licenziataria di almeno un brevetto o titolare di un software registrato.
  • Redistribuzione degli Utili: Per 5 anni non possono essere redistribuiti gli utili.

Oltre a queste caratteristiche formali, le startup italiane si distinguono spesso per:

  • Minore Accesso al Capitale Privato: Il panorama del venture capital in Italia è ancora in fase di sviluppo rispetto ad altri ecosistemi startup più maturi, come quello statunitense o israeliano. In Italia si cerca di compensare ciò, agevolando gli investitori con un rientro in credito d’imposta del capitale investito in startup innovative.
  • Maggiore Attenzione al Finanziamento Pubblico: Le startup italiane possono beneficiare di un sistema di incentivi e agevolazioni più sviluppato rispetto ad altri paesi, con un ruolo importante svolto da Invitalia e dai incubatori regionali.

In Italia, questo genere di agevolazione rientra nel settore della finanza agevolata. La finanza agevolata include tutti quegli strumenti messi a disposizione dallo Stato direttamente o tramite intermediari per favorire la competitività e lo sviluppo delle imprese a livello comunitario, nazionale, regionale o locale​​.

Finanziamenti Agevolati per Startup: I principali Bandi in Italia

Tra le principali fonti di finanziamento agevolato per startup in Italia troviamo: 

  • Smart&Start Italia: Obiettivo del bando per startup: sostenere la nascita e la crescita di startup innovative costituite da non più di 60 mesi e iscritte alla sezione speciale del registro delle imprese. Tipologia di agevolazione: finanziamento agevolato a tasso zero fino al 80% delle spese ammissibili per progetto compresi tra 100 mila e 1,5 milioni di euro (fino al 90% per startup costituite in prevalenza da donne e/o da giovani under 36 anni)
    Nota bene: Le startup con sede in Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia possono godere di un contributo a fondo perduto pari al 30% del finanziamento e restituire così solo il 70% del finanziamento ricevuto
    Scadenza: fino esaurimento risorse
  • Fondo di Garanzia Mise: Un fondo che offre garanzie a sostegno di finanziamenti bancari erogati a favore di PMI, comprese le startup. Le garanzie coprono fino all’80% dell’importo del finanziamento e possono essere richieste da startup con un fatturato annuo non superiore a 1,5 milioni di euro​​.
    Nota bene: Possono presentare domanda imprese già costituite
    Scadenza: fino esaurimento risorse
  • Resto al Sud: Un programma che offre contributi a fondo perduto e finanziamenti agevolati a startup e PMI del Mezzogiorno. I contributi a fondo perduto possono coprire fino al 65% delle spese ammissibili, mentre i finanziamenti agevolati possono coprire fino all’80% delle spese ammissibili​​.
    Obiettivo del bando per startup: sostenere la nascita di nuove attività imprenditoriali nelle regioni del Mezzogiorno e nelle aree del Centro Italia colpite dai terremoti del 2016 e 2017, oltre che a 116 Comuni del cratere sismico situati nelle regioni Lazio, Marche e Umbria.
    Nota bene: possono presentare domanda gli under 56; sono escluse dal finanziamento le attività agricole e il commercio.
    Scadenza: fino esaurimento risorse
  • Voucher Digitali Annuali: Contributi per la digitalizzazione delle PMI, offrendo finanziamenti a fondo perduto per l’adozione di tecnologie digitali​​. Solitamente, permettono di ottenere un rimborso del 50/60 % su investimenti fino a €10.000-15.000. Formula Click-Day.
  • Innovation Manager Annuale: Finanziamenti a fondo perduto per l’assunzione di un  innovation manager​​. Questa opportunità è utile per ottimizzare i processi digitali dell’azienda, spingendola verso un percorso di innovazione tecnologica grazie alle consulenze di un professionista del settore.
  • Bandi Regionali: Regioni e Stato italiano emanano periodicamente bandi che mettono a disposizione risorse per il finanziamento di startup innovative. Esempi includono Preseed Plus Lazio e NIDI Puglia​​​​.

I finanziamenti agevolati rappresentano un’importante opportunità per le startup italiane che desiderano crescere e svilupparsi. È fondamentale conoscere le diverse fonti di finanziamento disponibili e scegliere quella più adatta alle proprie esigenze, per poter accedere a risorse finanziarie agevolate e concretizzare i propri progetti di business.

Collaborazione Strategica tra ClickBando e Team4Idea

Grazie a una collaborazione strategica tra ClickBando e Team4Idea, aspiranti startupper hanno accesso a una serie di risorse e supporti che possono trasformare un’idea in un’impresa di successo. La nostra partnership mira a:

  • Facilitare l’accesso alla finanza agevolata, essenziale per superare le barriere iniziali e accelerare la crescita.
  • Offrire uno sconto esclusivo del 20% su tutti i servizi di ClickBando per i membri della community di Team4Idea che completano il questionario sul sito.

Questa sinergia non solo accelera il percorso degli imprenditori emergenti ma crea il team perfetto per ogni progetto imprenditoriale. È più di una partnership; è un trampolino di lancio verso il successo.